False assunzioni, scoperta truffa a Inps

La guardia di finanza di Vignola ha sventato una truffa all'Inps per un valore di 1 milione e 200.000 euro architettata con un meccanismo di false assunzioni e successivi licenziamenti nell'ambito di due ditte edili, tale da far scattare indebitamente la domanda per l'indennità di disoccupazione per i dipendenti. Denunciati i titolari delle due imprese 'virtuali' create ad hoc e anche le 110 persone che hanno fatto la richiesta di indennità, che è risultata variabile tra i 400 e i 1.000 euro mensili. Le indagini della Gdf sono state condotte in collaborazione con l'Inps e hanno portato a bloccare una cifra di 1 mln che sarebbe stata erogata ai finti disoccupati. Era già stata versata loro, invece, una cifra complessiva pari a 180.000 euro per la quale ora è stata avviata la confisca. Nell'inchiesta coordinata è emerso che coloro che hanno chiesto l'indennità provenivano da diverse province, e si erano rivolti ai patronati di Ravenna, Perugia, Caserta, Napoli, Aversa, Villa Literno e Mirandola.

ANSA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bagnolo in Piano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...